Picatrix – De Radiis

Condividi:

Picatrix – De Radiis: La summa della magia ermetica attraverso la mediazione araba

Il Picatrix, attribuito all’alchimista arabo andaluso Maslama al-Magriti, è uno dei testi di occultismo astrologico di maggiore rilievo. L’importanza di questo manoscritto non si limita al pregio dei suoi contenuti, ma è anche legata alla diffusione manoscritta che ebbe nel corso del XV e del XVI secolo e alla larga influenza che esercitò sui grandi del Rinascimento tra cui Cornelio Agrippa, Pico della Mirandola e Marsilio Ficino.

Picatrix / De Radiis - La summa della magia ermetica attraverso la mediazione araba, Mimesis Edizioni, Collana Abraxas Ermetica
“Picatrix / De Radiis – La summa della magia ermetica attraverso la mediazione araba” Acquista su mimesisedizioni.it

Di probabile origine ermetica greco-egizia, il Picatrix fu tradotto dall’arabo al latino nella Spagna dell’XI secolo. L’opera è divisa in quattro libri, alcuni dei quali, a loro volta, sono divisi in parti. L’introduzione è centrata sulle idee contenute in alcuni trattati del Corpus Hermeticum, tra cui il Pimandro e l’Asclepio. Il primo libro è dedicato agli astri e all’azione che esercitano sulla terra. Nel secondo libro si parla in generale delle configurazioni del cielo, del moto dell’ottava sfera e dei loro effetti sul mondo. Nei primi due libri l’autore del Picatrix fornisce inoltre dettagli e particolari della creazione di talismani. Il terzo libro passa ad esaminare la corrispondenza di pietre, animali e piante con gli astri, i segni dello zodiaco e le varie parti del corpo umano. Il libro contiene anche un elenco di formule per invocare gli spiriti dei vari pianeti. Infine, il quarto libro illustra una serie di preghiere da rivolgere agli astri.

Il De Radiis, o Teorica delle arti magiche, è un altro grande manuale di magia naturale del Medioevo. Fu tradotto dall’arabo in latino nel XII secolo e insieme al Picatrix conobbe in Occidente una vasta diffusione. Il suo presunto autore è il grande filosofo e astrologo Al-Kindi, famoso per aver introdotto la filosofia greca nel mondo arabo. A questo riguardo, la matrice ermetica e neoplatonica del De Radiis è indubbia. Nel De Radiis sono messi in luce non solo i metodi, ma anche i significati filosofici e teologici del mondo magico, nelle loro relazioni con l’astrologia.

Picatrix De Radiis: La summa della magia ermetica attraverso la mediazione araba è una pubblicazione che unisce i due manoscritti. Il libro è disponibile sul sito della casa editrice Mimesis Edizioni, nella Collana Abraxas Ermetica.

Leggi anche: Dieci opere che avviano alla pratica della magia

 

Condividi:

Lorenzo

Tuttologo per vocazione, avventuriero di fatto, creatore di grandi aspettative per necessità.

Rispondi