Tecnica di visualizzazione: il Sole di mezzanotte

Condividi:

L’immaginazione è una qualità che ogni mago deve possedere al massimo grado se vuole riuscire nella sua opera. L’importanza di questa facoltà è legata al fatto che le immagini spesso sono il vero ricettacolo della nostra energia psichica. E la tecnica di visualizzazione che verrà proposta in questo articolo si basa proprio su questo presupposto.

visualizzazione montagna

La pratica consiste nella visualizzazione del Sole di mezzanotte e si divide in due fasi. La prima fase deve essere realizzata nei momenti prima di addormentarsi. La seconda fase segue invece gli attimi successivi al risveglio mattutino. Questa tecnica si basa sulla contemplazione delle immagini realizzate mentalmente.

Per approfondire: La visione magica dell’universo

Premessa alla visualizzazione del Sole di mezzanotte

Spesso lo stato di veglia degli uomini è caratterizzato da un senso di torpore e irrealtà. Il fluire incessante dei pensieri, l’agitazione delle passioni e le influenze del mondo esterno non fanno che amplificare questo stato. Diversamente, durante le ore notturne la confusione comincia a dissipirasi ed è allora che si può sperimentare uno stato di calmo silenzio interiore.

La visualizzazione proposta qui di seguito ha la funzione di esaltare e fissare questo stato. Come il giorno costituisce per la nostra interiorità una fase di torpore, così la notte ne rappresenta la fase di risveglio.

Visualizzazione della sera

visualizzazione del sole di mezzanotteLa sera, prima di addormentarti, immagina di essere ai piedi di un monte nelle prime ore della notte… Immagina poi di cominciare l’ascesa verso la cima di questo monte… Mentre prosegui lungo la cima, immagina che simultaneamente in cielo si levi il Sole, dissipando lentamente l’oscurità… Una volta arrivato in cima, immagina che il Sole sia allo zenit e che splenda luminoso in un cielo limpido e terso… A questo punto arresta la tua contemplazione, soffermandoti sull’immagine del Sole splendente e luminoso.

E’ importante intendere questa visualizzazione come ciò che realmente accade interiormente quando ci si trova sulle soglie del sonno. L’ascesa sul monte equivale a un lento e progressivo risveglio, che ovviamente non ha natura fisica, ma avviene nell’ambito dell’interiorità. Parallelamente, il dissiparsi delle tenebre equivale al graduale abbandono di tutto ciò che in noi è condizionamento e influenza esterna.

Visualizzazione del mattino

La mattina, appena sveglio, procedi in ordine inverso… Immagina di scendere dalla cima del monte verso la pianura… Mentre compi la tua discesa, visualizza il Sole che volge lentamente al tramonto… Una volta raggiunta la pianura, immagina che sia notte fonda.

Immagina dunque che nell’oscurità del giorno tu sia il portatore della luce del Sole di mezzanotte. Immagina che questa luce abbia sede dentro di te, nel tuo cuore.

Fonte: questa pratica è riportata in Introduzione alla magia, vol. I, pp. 67-69. 

Per approfondire: Il significato esoterico dell’elemento fuoco

Condividi:

Lorenzo

Tuttologo per vocazione, avventuriero di fatto, creatore di grandi aspettative per necessità.

Rispondi